1 Maggio 2019

Microsoft Office offre nuovi controlli per la privacy

All’inizio di questa settimana, Julie Brill, Corporate Vice President e Deputy General Counsel di Microsoft, ha pubblicato un blog in cui ha descritto l’impegno continuo di Microsoft per la privacy, fornendo dettagli sulla direzione che l’azienda sta prendendo. Nel suo blog, Julie ha presentato i principi che guidano il nostro approccio all’aumento della trasparenza e del controllo dell’utente sui dati raccolti dai principali prodotti Microsoft.
Siamo entusiasti di annunciare che all’inizio di questa settimana abbiamo rilasciato un aggiornamento per Office che riflette questi principi.
Office è un’esperienza interconnessa
Il modo in cui usiamo la tecnologia per essere produttivi a lavoro e a casa sta cambiando. Lavoriamo molto più fuori dall’ufficio, usiamo più di un dispositivo per completare le attività e spesso lavoriamo in team, anche quando il team è composto dalla nostra famiglia o dagli amici. Noi di Microsoft siamo impegnati a offrirti le migliori applicazioni ed esperienze del settore per soddisfare queste esigenze moderne, rispettando al contempo la privacy e offrendoti il controllo dei tuoi dati.
Introduciamo costantemente nuove funzionalità entusiasmanti in Office per aiutarti a creare, comunicare e collaborare in modo più efficace. A volte si tratta di attività semplici come aiutarti a trovare un documento scritto una settimana prima o l’immagine perfetta per una relazione. Oppure, il team potrebbe aver bisogno di collaborare e comunicare su un progetto in tempo reale e su diversi dispositivi. Office può aiutarti a creare presentazioni professionali suggerendo layout di progettazione per le tue diapositive di PowerPoint e può inoltre aiutarti a trovare le informazioni utili chiave in set di dati complessi.
Per offrire queste esperienze, Office utilizza la potenza di Microsoft Cloud. Come ogni altro servizio o sito Web connesso, i dati del servizio indispensabili devono essere condivisi tra il computer e Microsoft per abilitare queste funzionalità.
Ad esempio: magari vorresti che PowerPoint visualizzasse sottotitoli in tempo reale durante la presentazione e che magari traducesse le tue parole in un’altra lingua. Per trascrivere e tradurre le parole dette, PowerPoint invia una registrazione della tua voce al nostro servizio di traduzione vocale che traduce e trascrive automaticamente quanto viene detto. Il testo generato viene restituito al computer, affinché PowerPoint possa visualizzarlo sullo schermo quasi in tempo reale. La tua voce e le tue parole vengono usate solo per eseguire la trascrizione e la traduzione che ci hai richiesto di fare.
Se desideri saperne di più su quali esperienze interconnesse sono disponibili in Office, leggi Esperienze interconnesse in Office.
Tu hai il controllo delle esperienze cloud interconnesse
Comprendiamo l’importanza di offrire a te e alla tua organizzazione il controllo delle esperienze interconnesse quando si usano le app di Office. Con questo aggiornamento, ora hai a disposizione impostazioni che ti consentono di disabilitare o riabilitare i seguenti tipi di esperienze interconnesse, tra cui:

Esperienze che analizzano i contenuti. Esperienze che usano i contenuti Office per fornirti consigli di progettazione, suggerimenti di modifica, informazioni utili sui dati e funzionalità simili. Ad esempio, PowerPoint Designer o Editor in Word.
Esperienze per scaricare i contenuti online. Esperienze che ti consentono di cercare e scaricare i contenuti online, tra cui modelli, immagini, modelli 3D, video e materiali di riferimento per migliorare i tuoi documenti. Ad esempio, i modelli Office o Avvio rapido di PowerPoint.
Altre esperienze interconnesse. Esperienze come la collaborazione ai documenti possono essere disattivate scollegando le app desktop di Office da Microsoft Cloud.

Alcuni servizi sono essenziali al funzionamento delle app di Office e non possono essere disattivati. Ad esempio: la sincronizzazione della cassetta postale in Outlook, l’autenticazione e la verifica delle licenze Office e la possibilità di verificare che Office sia aggiornato.
Anche se questi miglioramenti sono stati introdotti innanzitutto in Office per Windows, nei prossimi mesi, controlli ed esperienze simili saranno disponibili anche in Office su altre piattaforme.
Se Office è connesso al tuo account aziendale o dell’istituto di istruzione, l’amministratore IT ha facoltà di scegliere quali esperienze interconnesse rendere disponibili nell’organizzazione. Per saperne di più sul miglioramento dei controlli IT e delle opzioni disponibili, vedi Informazioni generali sui controlli della privacy per Office 365 ProPlus.
Mantenere Office sicuro, aggiornato e performante secondo le aspettative
I nostri clienti scelgono Office per la sua forte esperienza in materia di funzionalità, qualità, sicurezza, affidabilità e compatibilità. Proprio come con le nostre esperienze basate sul cloud, usiamo i dati per mantenere le app di Office sicure, aggiornate, performanti secondo le aspettative e per migliorare i prodotti.
A questo scopo, raccogliamo dati di diagnostica per rilevare, diagnosticare e affrontare rapidamente i problemi prima che diventino problemi su larga scala o causino rischi di sicurezza. Se una delle nostre app è troppo lenta oppure presenta errori, vogliamo saperlo il più velocemente possibile per poter così risolvere il problema. Questi dati di diagnostica ci aiutano a far funzionare Office sempre nel modo corretto.
In linea con la struttura di raccolta dati descritta nel blog di Julie, esistono due livelli di dati di diagnostica per le applicazioni desktop di Office:

Dati indispensabili: i dati minimi richiesti per mantenere Office sicuro, aggiornato e performante secondo le aspettative sul dispositivo su cui è installato. Ad esempio, i dati indispensabili vengono raccolti quando aggiorniamo Office sul tuo dispositivo. Per garantire che i pacchetti di aggiornamento vengano scaricati e installati correttamente, raccogliamo informazioni sulla riuscita (o non riuscita) dell’operazione. Oppure, quando aggiungi un nuovo account di posta elettronica a Outlook, raccogliamo i dati di diagnostica indispensabili sulla riuscita dell’aggiunta di questo nuovo account. Maggiori tassi di errore potrebbero indicare una modifica apportata dal provider di posta elettronica o una regressione del supporto di questo provider nel nostro software.
Dati facoltativi: questi dati vengono raccolti in aggiunta a quelli indispensabili e solo con il tuo consenso. Se raccolti, i dati facoltativi ci aiutano a rilevare, diagnosticare e correggere gli errori ancora più rapidamente; ci aiutano ad apportare miglioramenti per soddisfare le tue esigenze di produttività attuali e future. I dati facoltativi, ad esempio, vengono raccolti sui file salvati in locale o sul cloud; ci aiutano a comprendere meglio le preferenze di archiviazione dei nostri clienti. In alternativa, viene monitorato il numero di volte che una funzionalità viene usata per capire meglio i modi in cui i clienti interagiscono con le nuove funzionalità di Office. In genere, utilizziamo i dati di diagnostica facoltativi per saperne di più sulle preferenze di un grande set di clienti. Lavoriamo costantemente per migliorare Office affinché funzioni meglio per te e per gli altri clienti. Grazie per scegliere di fornire questi dati di diagnostica facoltativi e rendere tutto ciò possibile.

Per altre informazioni sui dati di diagnostica in Office e su come controllare quale categoria stai fornendo, vedi Dati di diagnostica in Office. Se stai utilizzando un account aziendale o dell’istituto di istruzione, il tuo amministratore IT avrà a disposizione altre opzioni per disabilitare la raccolta dei dati di diagnostica e potrebbe aver fatto alcune scelte su queste opzioni disponibili.
Indipendentemente dal fatto che tu scelga di fornire solo i dati indispensabili o anche quelli facoltativi, i dati di diagnostica che riceviamo non includono il tuo nome o indirizzo e-mail, il contenuto dei tuoi file o informazioni su app non correlate a Office. Adottiamo importanti precauzioni per garantire la tua privacy, anche per quanto riguarda il modo in cui trattiamo i tuoi dati di diagnostica. Il nostro sistema crea un ID alfanumerico univoco associato ai dati di diagnostica prima che questi vengano inviati dal tuo computer. Anche se univoco, questo ID non può essere ricollegato ad alcuna persona singola. Utilizziamo questo ID per differenziare un problema verificatosi su 100 dispositivi diversi o 100 istanze dello stesso problema verificatosi su un singolo dispositivo.
Desideriamo essere aperti e trasparenti sui dati che raccogliamo per rilevare, diagnosticare e risolvere i problemi. Abbiamo creato un Visualizzatore dati di diagnostica gratuito in cui puoi visualizzare i dati di diagnostica inviati a Microsoft. Per dettagli, leggi Uso di Visualizzatore dati di diagnostica con Office.
Office è basato sulla fiducia
Il blog di Julie ha annunciato un nuovo framework e ha enfatizzato l’impegno di Microsoft per la fiducia e la privacy. Questo aggiornamento di Office rispecchia questi principi.
Rendere chiari e utili i controlli e l’esperienza relativi alla privacy è fondamentale per creare e mantenere la fiducia verso i nostri prodotti e servizi. Molte esperienze che stai vedendo in questo aggiornamento a Office sono il risultato di molte ore di conversazione e ricerca con i clienti come te. Continueremo a imparare e a migliorare i comportamenti e l’esperienza utente per i nostri prodotti man mano che riceveremo altri dati. Il tuo feedback è importante perché in futuro ci consentirà di offrire aggiornamenti correlati alla privacy.
La nostra mission è offrire a ogni persona e ogni organizzazione del mondo gli strumenti per realizzare di più. Possiamo raggiungere questo obiettivo solo guadagnando la tua fiducia dimostrandoti che rispettiamo te, i tuoi dati e la tua privacy.
The post Microsoft Office offre nuovi controlli per la privacy appeared first on Microsoft 365 Blog.
Source: office365

Share:

Add your Comment

Commenti recenti

    Archivi