26 Luglio 2019

Scopri come Microsoft 365 può agevolare il personale sanitario in un’era di protezione e condivisione dei dati del paziente

Per anni, la gestione dei dati dei pazienti ha implicato soltanto un aspetto, la sicurezza. Ora, invece, oltre a proteggere i dati, i leader del settore devono condividerli apertamente con i pazienti ed altre organizzazioni sanitarie, a beneficio della qualità del servizio, della riduzione dei costi e della sicurezza del paziente. Con una circolazione dei dati più libera e collegata al paziente, si minimizzano quelle inutili ripetizioni di test che causano spreco e aumento dei costi. Per ottenere questa maggiore interoperabilità e portabilità delle cartelle cliniche dei pazienti bisogna superare dei fattori critici legati all’infrastruttura obsoleta e alla sicurezza informatica. Scopri come Microsoft 365 più aiutare in questo.
L’impatto delle modifiche normative e delle forze di mercato
Gli interventi a livello normativo costituiscono un fattore fondamentale di questo cambiamento. Per effetto di norme come il 21st Century Cures Act negli Stati Uniti, alle organizzazioni sanitarie sono richiesti passi avanti nell’ambito della protezione e condivisione dei dati del paziente. Nell’Unione Europea, il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) amplia i diritti dei soggetti verso i propri dati personali. L’incapacità di condividere i dati dei pazienti in modo efficace, sicuro e tempestivo può comportare significative penali per pagatori e fornitori del settore sanitario.
Le forze di mercato sono un altro motore di questo cambiamento. Infatti, le aspettative degli utenti per l’accesso a servizi multicanale hanno raggiunto anche il settore sanitario. Tutto sembra condurre a un ruolo più centrale del paziente nel flusso dei dati.
Tuttavia, possono verificarsi conseguenze indesiderate. Le crescenti necessità di condivisione aperta dei dati generano nuove opportunità per gli hacker e nuovi rischi da gestire per le organizzazioni sanitarie.
È quanto mai importante dotarsi di una governance dei dati e di una strategia proattiva verso la sicurezza informatica, affinché i dati possano circolare liberamente e protetti in modo ottimale. Infatti, le autorità penalizzeranno gli inadempimenti delle organizzazioni sanitarie, esattamente come farà il mercato.
Ecco come Microsoft 365 può preparare la tua organizzazione al percorso che la attende
La modernizzazione di sistemi e processi obsoleti è un’attività ardua e dispendiosa. Tuttavia, l’uso di sistemi informativi digitalizzati ma isolati è costoso, è di ostacolo al flusso di lavoro dei medici e mina gli obiettivi di sicurezza del paziente.
A questo proposito, Microsoft Teams rende possibile l’integrazione delle informazioni della cartella clinica elettronica e altri dati rilevanti, consentendo al personale sanitario di assistere il paziente comunicando e collaborando in tempo reale. I nostri principali partner dediti all’interoperabilità proseguono nello sviluppo di possibilità di integrazione delle cartelle cliniche elettroniche in Teams tramite un’interfaccia conforme allo standard FHIR. Con Teams, il personale medico può accedere in modo sicuro alle informazioni del paziente, chattare con altri membri del team e persino prendere parte a riunioni con metodi moderni, tutto all’interno della stessa applicazione.
L’incompletezza di dati e documenti è fra le maggiori cause di insoddisfazione tanto del personale quanto del paziente. I medici apprezzano la possibilità di comunicare fra loro in modo rapido e sicuro per fornire un’assistenza basata sulle migliori informazioni disponibili.
Teams ora offre nuove capacità di messaggistica sicura, come le notifiche di priorità e la delega dei messaggi, oltre a una fotocamera intelligente che consente di prendere annotazioni sulle immagini e condividerle in modo sicuro, poiché non saranno memorizzate sul dispositivo del medico ma resteranno su Teams.

La sicurezza informatica e i dati del paziente Siccome il rinnovo dell’infrastruttura obsoleta darà sempre più spazio al libero flusso di dati, è importante proteggersi dalla tattica preferita dai criminali informatici: il phishing.
Le e-mail di phishing, ossia pericolosi messaggi che apparentemente provengono da fonti o persone affidabili, sono sempre più difficili da rilevare. All’aumentare della pressione normativa affinché le organizzazioni sanitarie non applichino un “blocco” nell’accesso ai dati, ci si attende un maggiore rischio di cadere vittima degli attacchi di phishing. Per contrastare questa tendenza, Office 365 Advanced Threat Protection (ATP) è dotato di un servizio di filtraggio e-mail basato sul cloud con avanzate capacità anti-phishing.
Ad esempio, Office 365 ATP offre funzioni di detonazione in tempo reale che rilevano e bloccano le minacce sconosciute, inclusi link e allegati dannosi. Per proteggere l’utente, i link all’interno delle e-mail vengono ripetutamente esaminati, allo stesso modo che ogni allegato viene testato contro i malware ed eventualmente rimosso.

Affinché i dati fluiscano liberamente, è importante mettere in atto le giuste misure di governance e di protezione dei dati sensibili. Alla base di tutto questo ci deve essere un’adeguata classificazione dei dati. Microsoft 365 aiuta le organizzazioni a identificare e classificare i dati sensibili in una varietà di posizioni, fra cui dispositivi, app e servizi cloud con Microsoft Information Protection. Gli amministratori hanno necessità di sapere che ai dati sensibili acceda soltanto il personale autorizzato. Grazie ad Azure Active Directory (Azure AD), Microsoft 365 consente capacità di autenticazione a più fattori (MFA) e criteri di accesso condizionale per minimizzare il rischio di accesso non autorizzato ad informazioni sensibili del paziente.
Ad esempio, se un utente o un dispositivo contrassegnato come ad alto rischio richiede l’accesso, Azure AD può automaticamente applicare criteri di accesso condizionale per limitarlo, bloccarlo o richiedere una nuova autenticazione dell’utente tramite MFA. Beneficiando dei segnali integrati di Microsoft Intelligent Security Graph, le soluzioni di Microsoft 365 adottano una visione olistica delle abitudini di accesso dell’utente nel tempo, in modo da poter valutare i rischi e individuare anomalie.
Dinanzi alla prospettiva di falle interne, la funzionalità Supervisione in Microsoft 365 può aiutare le organizzazioni a monitorare i canali di comunicazione dei dipendenti, ai fini di gestione della conformità e di riduzione del rischio reputazionale conseguente alla violazioni dei criteri. Con la condivisione dei dati del paziente, diviene essenziale tenerne traccia. I log di controllo e gli avvisi presenti in Microsoft 365 includono varie funzionalità di controllo e reporting a disposizione dei clienti per tracciare certe attività, come le modifiche a documenti e altri elementi.
Infine, Microsoft 365 può assisterti nelle fasi di adeguamento ad obblighi normativi e controlli in tema di governance dei dati. Le funzioni Advanced eDiscovery e Richieste degli interessati (DSR) offrono agilità ed efficienza nello svolgimento dei controlli, aiutandoti a trovare i dati di interesse o a rispondere alle richieste di informazioni sul paziente.
Usando i criteri di conservazione della Governance avanzata dei dati, puoi conservare i record aziendali fondamentali in formati conformi e non alterabili. Grazie alle capacità di gestione dei record, i tuoi record aziendali possono essere dichiarati nel modo adeguato e archiviati con piena visibilità per il controllo, in accordo agli obblighi normativi.
Scopri di più
I leader del settore sanitario devono adattarsi rapidamente ai cambiamenti relativi al flusso dei dati, dettati dalle nuove aspettative del mercato e degli organi regolatori. Il settore dipenderà sempre di più dal libero flusso di informazione necessario per prendere decisioni aziendali e cliniche basate sui dati, in modo da rilevare modelli ricorrenti nella cura del paziente per migliorare sicurezza, qualità e gestione dei costi.
Microsoft 365 aiuta ad ottimizzare i flussi di lavoro grazie all’integrazione delle potenzialità di Teams, spostando i dati giusti al posto giusto al momento giusto. Microsoft 365 giova anche alla tua sicurezza e conformità, grazie a funzionalità avanzate che ti assistono nella gestione e protezione dell’identità, dei dati e dei dispositivi.
Microsoft 365 è la piattaforma cloud giusta per te in questa nuova era di protezione e condivisione dei dati del paziente. Visita la pagina di Microsoft 365 per il settore sanitario per scoprire come Microsoft 365 e Teams possono supportare i professionisti del settore in un ambiente di lavoro moderno.
The post Scopri come Microsoft 365 può agevolare il personale sanitario in un’era di protezione e condivisione dei dati del paziente appeared first on Microsoft 365 Blog.
Source: office365

Share:

Add your Comment

Commenti recenti

    Archivi