5 Settembre 2019

Adobe Acrobat sceglie Microsoft 365 per la protezione app integrata

Il mio team collabora a stretto contatto con le relative controparti di Adobe da anni e questa collaborazione ha dato origine a un nutrito elenco di funzionalità che hanno avuto un impatto positivo sugli utenti, così come sulle persone che gestiscono questo software nel reparto IT.
Oggi raggiungiamo un altro importante traguardo in questa relazione: sono entusiasta di annunciare, per conto del team di progettazione di Microsoft 365, che Adobe ha integrato la protezione app di Microsoft Intune direttamente nell’app per dispositivi mobili Adobe Acrobat Reader per iOS e Android.
L’app per dispositivi mobili Adobe Acrobat Reader è un leader globale di fiducia per lavorare in modo affidabile con i PDF da qualunque posto. Centinaia di milioni di utenti usano l’app per dispositivi mobili Acrobat Reader per modificare, compilare, firmare, creare o convertire i PDF mentre sono in giro e ora questa funzionalità è supportata in modo nativo dai criteri di gestione e sicurezza di Microsoft 365. Tutti coloro che usano la versione più recente dell’app Acrobat Reader standard ora godranno della protezione all’avanguardia di Intune nella gestione dei documenti e moduli aziendali sui dispositivi mobili. Ora l’app Acrobat Reader Intune non è più necessaria e dall’1 dicembre 2019 non sarà più supportata per Android e iOS.
Utilità per gli utenti
Questo cambiamento allinea la gestione dell’app per dispositivi mobili di Adobe con la gestione integrata nelle app per dispositivi mobili di Office 365, offrendo una semplificazione e una sicurezza senza precedenti a milioni di utenti e organizzazioni. Adobe è una delle app per dispositivi mobili di terzi più usate dai clienti di Microsoft 365 e questi nuovi criteri di protezione app di Intune proteggeranno i dati aziendali al livello dell’app. Queste misure di protezione sono estremamente importanti perché consentono di proteggere i dati aziendali sia sui dispositivi gestiti che su quelli non gestiti. Dato che la gestione delle applicazioni per dispositivi mobili è basata sull’identità degli utenti, non è più in vigore il requisito di gestione dei dispositivi mobili. Gli utenti e il reparto IT sono entusiasti di questo cambiamento perché consente loro di usare la stessa app sia per il lavoro che per uso personale, mantenendo al contempo la produttività ai massimi livelli.
Intune può valutare se stai lavorando su un documento personale o aziendale e applica i criteri di sicurezza aziendali solo quando capisce che si tratta di un documento di lavoro. Così facendo, rispetta la privacy personale e protegge i dati aziendali senza toccare i dati personali, ad esempio quelli su un cellulare personale BYOD. L’app di Adobe su iOS ora supporta questa funzionalità multi-identità.
Distribuzione semplificata per gli amministratori IT
Se usi già l’app Adobe Acrobat Reader Intune applicando i criteri di Intune, puoi effettuare il cambiamento con un disagio minimo. Il nostro team di progettazione si è assicurato che tutti i criteri di protezione app esistenti per Adobe Acrobat Reader Intune siano trasferiti automaticamente nell’app Adobe Acrobat Reader in back-end. È sufficiente che gli utenti usino le versioni più aggiornate dell’app:

Google Play Store per Android: versione 19.6 e successive.
Apple App Store per iOS: versione 07.00 e successive.

Controlla le comunicazioni del supporto quanto prima se il tuo tenant prevede queste configurazioni; puoi anche dare un’occhiata all’annuncio di Adobe relativo a questo cambiamento.
Come ottenere la protezione app di Microsoft 365 per le tue app
Al momento è disponibile un solido ecosistema di app che soddisfa i casi d’uso delle aziende più grandi, avendo deciso di incorporare le funzionalità di protezione app di Intune direttamente nelle loro app principali. Le app aziendali su cloud e per dispositivi mobili più usate (app di Microsoft Office, Adobe, Citrix e molte altre) hanno adottato la sicurezza e gestibilità di Microsoft 365 per i diversi app store. Questo aggiunge un valore unico nella modernizzazione della tua azienda.
Se sei un fornitore di software indipendente (ISV) o crei le tue app line-of-business, puoi anche integrare la protezione app all’avanguardia di Microsoft direttamente nelle tue app per dispositivi mobili. In base alle tue esigenze e risorse, il team di progettazione di Microsoft fornisce diversi metodi per abilitare i criteri di protezione app per la tua app.
Per le app che presentano scenari più complessi, come la modifica o la condivisione di documenti aziendali, consigliamo Intune SDK, lo strumento usato da Adobe. Questo approccio è consigliato in genere quando hai sviluppatori di app che ti aiutano. Per le applicazioni line-of-business più semplici, come le app per registrare le ore di assenza, lo strumento di wrapping è la soluzione ideale e deve essere usato dagli amministratori IT.
Oltre ad Adobe, tante altre app di terzi hanno adottato la protezione app di Intune per i dati aziendali sui dispositivi mobili. Puoi dare un’occhiata al nostro ecosistema delle app per dispositivi mobili protette e seguire il link per trovare altre risorse che ti aiuteranno a iniziare:

Panoramica di Intune SDK.
Differenze tra lo strumento di wrapping per le app e Intune SDK.
Esempi su GitHub: Taskr (app nativa di Android per la gestione delle attività) e Chatr (app di chat nativa di iOS basata su Swift).

Come sempre, l’opinione degli utenti è importante per noi! Se hai suggerimenti, domande o commenti, visita la nostra pagina Tech Community.
The post Adobe Acrobat sceglie Microsoft 365 per la protezione app integrata appeared first on Microsoft 365 Blog.
Source: office365

Share:

Add your Comment

Commenti recenti

    Archivi