5 Marzo 2020

Il nostro impegno nei confronti dei clienti durante la pandemia COVID-19

Con la diffusione del COVID-19 e il relativo impatto sulle persone e sui paesi a livello globale, i team di tutto il mondo stanno passando al lavoro remoto. All’inizio di questa settimana, ho pubblicato una lettera di Lily Zheng, la nostra collega di Shanghai, che descrive in modo dettagliato l’esperienza del suo team che usa Microsoft Teams per lavorare da casa durante la pandemia. Il team di Lily è uno dei tanti. Noi di Microsoft nello stretto di Puget stiamo incoraggiando i nostri team a lavorare da casa il più possibile, come stanno facendo anche molte organizzazioni in questa area geografica. E ci auguriamo che questa tendenza continui in tutto il mondo. Per noi di Microsoft la salute e la sicurezza di dipendenti, clienti, partner e community è una priorità assoluta. Rendendo Teams disponibile per il maggior numero di persone possibile, vogliamo dare il nostro contributo alla salute e alla sicurezza consentendo ai team di rimanere connessi pur lavorando a distanza.
Da come abbiamo visto nelle vostre risposte alla lettera di Lily, è ormai chiaro che avete due grandi domande. Primo: come si può accedere alle offerte di Teams gratuito di cui ha parlato Lily? Secondo: qual è il nostro piano per evitare interruzioni del servizio nei periodi di utilizzo più elevato? Di seguito sono riportate le risposte dettagliate a entrambe queste domande. Nei prossimi giorni, condivideremo ulteriori suggerimenti, aggiornamenti e informazioni riguardanti il lavoro remoto qui. Ricontrollate quindi questa pagina spesso.
Rendere Teams disponibile per tutti
Teams fa parte di Office 365. Se la vostra organizzazione dispone di una licenza per Office 365, lo avete già. Tuttavia, vogliamo essere certi che tutti vi abbiano accesso in questo periodo. Ecco alcuni semplici modi per ottenere subito Teams.
Singoli utenti
Se volete iniziare a usare Teams, potete farlo subito senza problemi.

Se avete un indirizzo e-mail aziendale o dell’istituto di istruzione, accedete tramite questo collegamento. Verrete reindirizzati immediatamente a Teams.
Se usate un indirizzo e-mail come Gmail o Outlook, potete iscrivervi per ricevere la versione gratuita di Teams tramite questo collegamento.

Professionisti IT
I collegamenti self-service di cui sopra sono perfetti per i singoli utenti, ma invitiamo i professionisti IT che desiderano distribuire Teams centralmente a fare come segue.

Se lavorate per un’azienda che al momento non dispone di una licenza per Teams, potete usufruire di un’offerta di Office 365 E1 gratuita per sei mesi. Contattate il vostro rappresentante o partner Microsoft per iniziare oggi stesso. Nota: la stessa offerta è disponibile per Government Cloud, ma non per GCC High e Department of Defense.
Se lavorate nel settore dell’istruzione e volete configurare Teams per docenti, studenti e amministratori, usate Office 365 A1. Questa versione gratuita di Office 365 è disponibile per tutti gli istituti di istruzione. Iscrivetevi seguendo questo collegamento.

Mantenere Teams aggiornato e operativo
Voi e il vostro team dipendete dai nostri strumenti per rimanere connessi e svolgere il vostro lavoro. Questa responsibilità è importante per noi e abbiamo sviluppato un piano per garantire che i servizi siano aggiornati e operativi durante eventi catastrofici come quello che stiamo vivendo. Il nostro piano per la continuità aziendale anticipa tre tipi di impatti sugli elementi principali del servizio:

Sistemi: quando si verifica un improvviso aumento in termini di utilizzo, come il sovraccarico riscontrato di recente in Cina.
Posizione: quando si verifica un evento imprevisto in un’area geografica specifica, come un terremoto o una forte tempesta.
Persone: quando si verifica un evento che potrebbe influire sul team che si occupa della gestione del sistema, come l’epidemia di COVID-19 nell’area dello stretto di Puget.

Di recente, abbiamo testato la continuità del servizio durante un picco di utilizzo in Cina. A partire dal 31 gennaio, in quell’area geografica abbiamo riscontrato un aumento del 500% nelle riunioni, nelle chiamate e nelle conferenze tramite Teams e un aumento del 200% nell’uso di Teams sui dispositivi mobili. Nonostante questo aumento di utilizzo, il servizio è rimasto fluido per tutta la durata dell’epidemia. Il nostro approccio relativo alla fornitura di un servizio altamente disponibile e resiliente si basa sugli aspetti seguenti.
Progettazione attiva/attiva: in Microsoft 365, stiamo adottando una progettazione attiva/attiva che aumenta la resilienza di tutti i servizi. Ciò significa che ci sono sempre più istanze di un servizio in esecuzione che sono in grado di rispondere alle richieste degli utenti e che sono ospitate in data center su diverse aree geografiche. Tutto il traffico degli utenti attraversa il servizio Microsoft Frontdoor e viene automaticamente instradato all’istanza del servizio in posizione ottimale aggirando eventuali problemi del servizio per evitare o ridurre l’impatto sui nostri clienti.
Riduzione dell’ambito dell’incidente: in primo luogo, cerchiamo di evitare gli incidenti ma, quando si verificano, facciamo del nostro meglio per limitarne l’ambito grazie alla presenza di più istanze di ciascun servizio divise tra loro. Inoltre, cerchiamo continuamente di apportare dei miglioramenti al monitoraggio tramite l’automazione, velocizzando il rilevamento e la risposta agli incidenti.
Isolamento dei guasti: così come i servizi sono progettati e gestiti in modalità attivo/attivo e divisi tra loro per evitare che un problema si propaghi, la base di codice del servizio è sviluppata seguendo un principio di partizionamento simile: l’isolamento dei guasti. Le misure di isolamento dei guasti sono protezioni incrementali realizzate all’interno della base di codice stessa. Queste misure consentono di impedire che un problema rilevato in un’area si estenda anche in altre aree di lavoro. In questo documento sono disponibili maggiori informazioni su come applicare queste misure e dettagli sul nostro piano di continuità dei servizi.
 
Adattarsi al lavoro remoto può essere difficile. Noi ci siamo riusciti e siamo qui per fornire gli strumenti, i suggerimenti e le informazioni utili per aiutare voi e il vostro team a superare questa sfida. Ci ispiriamo all’agilità e all’ingegno che le scuole, le aziende e gli ospedali colpiti hanno mostrato per far fronte all’emergenza del COVID-19 e ci impegniamo ad aiutare le organizzazioni in qualsiasi parte del mondo a rimanere connesse e produttive in questo periodo difficile.
 
Domande frequenti
D. Cosa succede quando un utente accede con le credenziali aziendali o dell’istituto di istruzione?
R. Se l’utente ha una licenza per Teams, potrà accedere al prodotto. In caso contrario, potrà accedere al prodotto e riceverà automaticamente una licenza gratuita di Teams valida fino a gennaio 2021. Tale licenza include riunioni video per un massimo di 250 partecipanti ed Eventi live per un massimo di 10.000 registrazioni e condivisioni dello schermo, oltre a funzionalità di chat e collaborazione. Dettagli per IT.
D. Cosa include la versione freemium di Teams?
R. Questa versione offre chat illimitata, chiamate e videochiamate tra due persone e di gruppo integrate, 10 GB di spazio di archiviazione di file per i team e 2 GB di spazio di archiviazione di file personali per utente. Include anche funzionalità di collaborazione in tempo reale con le app di Office per il Web, tra cui Word, Excel, PowerPoint e OneNote. Non esiste una data di scadenza. Dettagli disponibili qui.
D. Esiste un limite per gli utenti nella versione freemium?
R. A partire dal 10 marzo, verranno distribuiti aggiornamenti per la versione gratuita di Teams che prevedono delle restrizioni sui limiti degli utenti.
D. È possibile pianificare riunioni nella versione freemium?
R. In futuro, consentiremo agli utenti di pianificare riunioni. Nel frattempo, è possibile condurre chiamate e riunioni video estemporanee.
D. Come possono accedere a Teams per l’istruzione gli amministratori?
R. Teams è sempre stato gratuito per studenti e professionisti del settore dell’istruzione all’interno dell’offerta di Office 365 A1. È possibile accedervi qui.
D. Ci sono dei suggerimenti per lavorare da casa?
R. Lola Jacobson, uno dei nostri senior technical writer, ha pubblicato alcuni suggerimenti di base la scorsa settimana. Inoltre, ieri abbiamo aggiornato la pagina Supporto per i lavoratori remoti con Microsoft Teams su docs.Microsoft.com. Abbiamo altri contenuti da condividere, quindi restate sintonizzati.
The post Il nostro impegno nei confronti dei clienti durante la pandemia COVID-19 appeared first on Microsoft 365 Blog.
Source: office365

Share:

Add your Comment

Commenti recenti

    Archivi