1 Luglio 2019

Come migliorare l’esperienza con Office in ambienti virtuali

Microsoft 365 è stato sviluppato per accompagnare le organizzazioni nella trasformazione digitale delle pratiche di collaborazione. Molti clienti con cui lavoro usano la virtualizzazione cercando sempre nuovi modi per tagliare i costi e per migliorare l’esperienza utente. Per supportarli, lo scorso novembre avevamo acquisito FSLogix, e oggi sono lieto di annunciare quattro nuove possibilità per migliorare ulteriormente l’esperienza utente in ambienti virtuali:

La tecnologia FSLogix, che migliora le prestazioni di Office 365 ProPlus in ambienti virtuali multiutente, è ora disponibile senza costi aggiuntivi per i clienti di Microsoft 365.
Nei prossimi mesi, Windows Server 2019 integrerà il supporto per File di OneDrive su richiesta.
Office 365 ProPlus, la nostra esperienza Office di riferimento, dal 2019 sarà supportata su Windows Server.
Inoltre, per migliorare l’esperienza utente in un ambiente virtualizzato, in Office 365 ProPlus abbiamo integrato nuove funzionalità di Outlook, OneDrive e Microsoft Teams.

FSLogix garantisce app di Office ugualmente affidabili in ogni ambiente
La tecnologia contenitore di FSLogix è ora totalmente integrata con le app di Office in ambienti virtuali. Si tratta di una tecnologia che incrementa la velocità e l’affidabilità delle app di Office virtualizzate, restituendo un’esperienza pari all’uso di una macchina dedicata. I contenitori FSLogix funzionano in diversi ambienti virtuali, inclusi quelli forniti da Microsoft, Citrix e VMWare. Questa tecnologia è ora inclusa senza costi aggiuntivi se hai una licenza per una delle seguenti soluzioni Microsoft:

Microsoft 365 E3/E5/A3/A5/Uso per Studenti/F1/Business
Windows 10 Enterprise E3/E5
Windows 10 Education A3/A5
Windows 10 VDA per utente
Licenza CAL Servizi Desktop remoto e Licenza SAL

Scopri di più su FSLogix.
Accedi con facilità a File di OneDrive su richiesta con Windows Server 2019
Grazie a File di OneDrive su richiesta, puoi accedere a tutti i tuoi file presenti su OneDrive, ma scaricando solo quelli che stai usando, in modo da risparmiare spazio sui tuoi dispositivi. Nei prossimi mesi, Windows Server 2019 inizierà a supportare File di OneDrive su richiesta per gli utenti delle app di Office virtualizzate. Questa introduzione sarà accompagnata all’accesso rapido ai file tanto amato dagli utenti, con minori requisiti di spazio su disco e il risparmio sui costi che le aziende cercano. Scopri di più su come trarre vantaggio da questa nuova funzionalità su Windows Server 2019.
Office 365 ProPlus su Windows Server 2019
Anche se Office 365 ProPlus dà il meglio su Windows 10, sappiamo che alcuni si affidano a Windows Server per fornire servizi di desktop virtuale ai propri utenti. A tutti coloro che devono ancora eseguire la migrazione da Windows Server 2008/R2, prima che ne termini il supporto a gennaio del 2020, o da Windows Server 2012/R2 prima che ProPlus non lo supporti più come piattaforma, sono lieto di annunciare che supporteremo Office 365 ProPlus su Windows Server 2019. Oltre che a trarre il massimo dalla piattaforma Windows Server più recente, questo consentirà di beneficiare delle funzionalità di File di OneDrive su richiesta in dirittura d’arrivo su Windows Server 2019.
Una migliore esperienza con le app di Office in ambienti virtuali
Sono previsti passi avanti significativi anche nell’esperienza di virtualizzazione di varie app di Office 365, fra cui Outlook, OneDrive e Teams.

I miglioramenti apportati alla Modalità Cache di Outlook velocizzeranno l’accesso all’e-mail e ai calendari per chi usa Outlook su desktop virtuali:

Funzione di sincronizzazione della posta in arrivo prima del calendario, per accedere più rapidamente all’e-mail e mettersi subito al lavoro.
Riduzione del numero di cartelle sincronizzate in maniera predefinita e un’opzione di amministrazione per minimizzare la finestra di sincronizzazione del calendario. Entrambe le novità migliorano i tempi di sincronizzazione.

OneDrive ora integra un’opzione di installazione per singola macchina, consentendo di condividere un’unica installazione dell’app di OneDrive pur mantenendo le proprie cartelle e i file individuali, come se fossero sul proprio dispositivo personale.
Teams offre allo stesso modo un’installazione per singola macchina per le funzioni di chat e collaborazione. A partire dai prossimi mesi, in Teams le chiamate e le riunioni saranno fornire con l’ottimizzazione audio/video frutto della collaborazione con Citrix. Abbiamo in programma anche altri miglioramenti di Teams, come passi avanti nella distribuzione dell’app, supporto per Desktop virtuale Windows, incremento delle prestazioni e cache ottimizzata per installazioni non persistenti.
Windows Search indicizzata per utente consente che ciascun profilo utente mantenga il proprio indice di ricerca, a beneficio di velocità e personalizzazione.

Se la virtualizzazione riveste un ruolo importante nella tua strategia IT, siamo certi che adorerai queste nuove funzionalità. Se sei interessato a provare nel tuo ambiente virtuale i miglioramenti delle app di Office 365 annunciati oggi, visita l’Area download Microsoft.
The post Come migliorare l’esperienza con Office in ambienti virtuali appeared first on Microsoft 365 Blog.
Source: office365

Share:

Add your Comment

Commenti recenti

    Archivi